Il Parco Nazionale di La Maddalena e la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio

Uno dei luoghi più belli della Sardegna!

 

Un’esperienza di viaggio tra le isole dell’Arcipelago di La Maddalena e delle Bocche di Bonifacio, incastonate come pietre preziose nello stretto di mare tra la Sardegna e la Corsica, nel cuore del mar Mediterraneo

Le sette isole maggiori dell’arcipelago di La Maddalena presentano un tesoro di grande valore naturalistico. Il clima mite e le caratteristiche morfologiche del territorio hanno garantito l’habitat ideale per lo sviluppo di una ricca biodiversità. Al fine di proteggere l’integrità di uno dei luoghi più belli del mondo e le sue specie animali e vegetali, l’Arcipelago è stato istituito Parco Nazionale nel 1994 e alcune delle sue meraviglie sono state proclamate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO come la spiaggia Rosa di Budelli, caratterizzata da grani di sabbia finissima color rosa corallo per la presenza frammista al granito dei gusci di un organismo che vive in simbiosi con la Posidonia oceanica (Miniacina miniacea). I colori accesi e vibranti del mare, il profumo di macchia mediterranea, il vento che erode le rocce granitiche lungo le coste dando forma ai sogni di chi le osserva, l’energia di una terra antica e leggendaria, sono solo alcuni degli ingredienti che descrivono la bellezza selvaggia dell’arcipelago di La Maddalena.

Le atmosfere che questi luoghi generano nell’animo raccontano storie di mare che hanno origini lontane nel tempo. I romani inserirono queste isole, che conoscevano con il nome di “Cunicularie” (isole dei conigli), come tappa lungo le rotte commerciali con la penisola iberica e il nord Africa, sfruttando le sue rade e i suoi ridossi dai venti di ogni quadrante. Molti relitti e reperti archeologici sono stati rinvenuti nei fondali marini dell’arcipelago testimoniando antichi scenari di battaglie navali tra pirati, flotte imperiali e poi regie. Le isole furono fonte di ristoro e approvvigionamento per marinai di ogni paese e cultura, un crocevia di tradizioni e storie nel cuore del Mediterraneo. Le voci di Napoleone, dell’ammiraglio Nelson, di Giuseppe Garibaldi, dei marinai saraceni e turchi, dei pastori corsi, dei pescatori pisani e genovesi, risuonano ancora tra le spire del vento e come voci di sirena incantano la mente e rapiscono il cuore.

IL PARADISO DELLA BIODIVERSITA’

Flora e Fauna dell’Arcipelago di La Maddalena

COME RAGGIUNGERE L’ARCIPELAGO DI LA MADDALENA

Ogni giorno l’aeroporto “Costa Smeralda” di Olbia accoglie voli nazionali ed internazionali. I collegamenti dall’aeroporto di Olbia alla stazione marittima di Palau, da cui partono i traghetti per l’isola di La Maddalena, sono regolarmente garantiti ed impiegano in media 40 minuti. Potrete scegliere tra linee di trasporto pubbliche e private, servizi di bus-sharing e taxi. La compagnia Turmo Travel presta servizio diurno con frequenza regolare consultabile sulle tabelle orarie del sito ufficiale. Il noleggio di auto e il servizio taxi è reperibile nei parcheggi riservati proprio all’uscita dell’aeroporto. Per ulteriori informazioni sulle corse dei traghetti che coprono la tratta Palau-La Maddalena e viceversa consultate il sito della compagnia Delcomar.

Dall’aeroporto “Fertilia” di Alghero, rivolgersi alla compagnia di trasporti Arst sulla pagina www.arst.sardegna.it


 

L’equipaggio di Namid sarà a vostra disposizione per qualsiasi informazione su come raggiungerci, dove alloggiare e come programmare la vostra vacanza in Sardegna.

Per ulteriori dettagli e per prenotare il vostro tour giornaliero in barca o una crociera tra le isole di La Maddalena e della Corsica, o per pianificare un’escursione esclusiva guidata nel Parco Nazionale dell’Arcipelago contattate direttamente il comandante della Namid!